Quando si acquista una casa con il requisito ”prima casa” le imposte da pagare sono ridotte quando:

  • Il fabbricato da acquistare appartiene a determinate categorie catastali;
  • Il fabbricato si trova nel Comune in cui l’acquirente ha ( o intende stabilire) la residenza o lavora;
  • L’acquirenteha determinati requisiti.

Imposte Agevolate:

Se il venditore è un privato o un’impresa che vende in esenzione IVA:

  • Imposta di registro proporzionale nella misura del 2% ( anziché del 9%)
  • Imposta ipotecaria fissa di 50€
  • Imposta catastale fissa di 50€

Se si acquista da un’impresa con vendita soggetta ad iva:

  • Iva ridotta al 4%
  • Imposta di registro fissa di 200€
  • Imposta ipotecaria fissa di 200€
  • Imposta catastale fissa di 200€

Base imponibile per il calcolo delle imposte:

CESSIONI CON IVA:
Anche quando si acquista con benefici “prima casa” se la vendita è soggetta ad IVA, la base imponibile su cui calcolare l’imposta sul valore aggiunto (4%) è costituita dal prezzo della cessione;

Le imposte di registro, ipotecaria e catastale, si pagano nella misura fissa di 200 euro ciascuna.

Il sistema del prezzo valore:

BASE IMPONIBILE
CESSIONE CON IVA: le imposte si applicano sul prezzo della cessione
CESSIONE SENZA IVA: tassazione sul valore catastale, rendita catastale per 1,05 per 110.

SISTEMA DEL PREZZO VALORE SI APPLICA SE:

  • L’acquirente è un privato;
  • Il fabbricato è a uso abitativo;
  • L’acquirente richiede espressamente l’applicazione del prezzo- valore all’atto della compravendita;
  • Le parti indicano nell’atto il corrispettivo pattuito

QUANDO SI HA GIA’ UNA PRIMA CASA.
DAL 1° Gennaio 2016 i benefici fiscali sono estesi anche al contribuente che è già in possesso di immobile acquistato con l’agevolazione “prima casa” se lo stesso venga venduto entro un anno dal nuovo acquisto.

CREDITO D’IMPOSTA “PRIMA CASA”
Chi vende l’abitazione acquistata con le agevolazioni ed entro un anno ne compra un’ultra in presenza delle stesse agevolazioni, ha diritto a un credito d’imposta pari all’imposta di registro o all’IVA pagata per il primo acquisto agevolato.
Il credito d’imposta spetta anche quando il riacquisto avviene con contratto di appalto o di permuta.

IMPORTANTE: il credito d’imposta spetta anche quando il contribuente acquista la nuova abitazione prima della vendita dell’immobile già posseduto.

Quando non spetta?

  • Se sono stati persi i benefici “ prima casa” in relazione al precedente acquisto;
  • Il contribuente ha acquistato il precedente immobile con aliquota ordinaria, cioè senza usufruire del beneficio “prima casa”;
  • Il nuovo immobile acquistato non ha i requisiti “ prima casa”;
  • Viene ceduto un immobile acquistato con le agevolazioni “ prima casa” riacquistando, non a titolo oneroso, altro avente i requisiti del beneficio.

Si perde l’agevolazione e di conseguenza BISOGNA versare le imposte risparmiate, gli interessi e una SANZIONE del 30% se:

  • Le dichiarazioni rese nell’atto di acquisto sono false;
  • L’abitazione è venduta o donata prima dei 5 anni dall’acquisto, salvo l’acquisto di altro immobile entro un anno
  • Non si sposta la residenza nel Comune in cui si trova l’immobile entro18 mesi dall’acquisto
  • Entro l’anno dall’acquisto del nuovo immobile non viene venduto quello già posseduto acquistato con le agevolazioni.

Vuoi restare aggiornato sul mondo immobiliare? Resta aggiornato sul nostro Blog.