SOGGETTI A CUI SPETTA
Dal 1° Gennaio 2024, il Superbonus passa al 70%, per scendere al 65% nel 2025.
• Condomini
• Persone fisiche (Edifici da 2 a 4 Unità)
• Onlus
• ODV (Organizzazioni di volontariato)
• APS (Associazioni di promozione sociale)

INTERVENTI AGEVOLABILI
• 2024Ristrutturazioni edilizie con efficientamento energetico
• Isolamento dell’involucro
• Sostituzione di impianti di climatizzazione
• Installazione di impianti fotovoltaici
• Consolidamento statico e riduzione del rischio sismico

PRINCIPIO DI CASSA
Per tutelare i redditi più bassi e consentire di chiudere i cantieri già avviati con il Superbonus 110% il D.l. 212/2023 ha dato la possibilità di accedere al fondo indigenti.
Quindi si applica una detrazione del 70% per le spese sostenute nel 2024 anche se i lavori non vengono effettivamente svolti nel medesimo anno.

BONUS BARRIERE ARCHITETTONICHE
Bonus al 75% e consente di esercitare le opzioni di sconto in fattura o cessione del credito senza Limiti ed ha un recupero in 5 anni.
Si applica ai seguenti interventi:
• installazione di ascensori o montacarichi e rampe
• sostituzioni di infissi
• ristrutturazione di bagni anche nei singoli appartamenti.

SISMABONUS
• Detrazione del 50% per le spese di messa in sicurezza antisismica sostenute fino al 31 Dicembre 2024 e si calcola su un ammontare massimo di € 96.000,00 per unità. immobiliare da ripartire in 5 quote annuali.
• Detrazione del 70-80% quando dalla realizzazione degli interventi si ottiene una riduzione del rischio sismico di 1 o 2 classi.
• Detrazione dell’80-85% quando i lavori sono stati realizzati sulle parti comuni degli edifici condominiali.

ECOBONUS
• Detrazione del 65% per la maggior parte degli interventi;
• Detrazione del 50% per la sostituzione degli infissi (le percentuali salgono per i lavori condominiali);
• Agevolazioni paragonabili al Sismabonus per gli interventi effettuati sulle parti comuni degli edifici condominiali o che interessano tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condominio;
• Detrazione più alta se sulle parti comuni degli edifici condominiali che si trovano nelle zone 1,2,3 e si combinano i lavori di efficientamento energetico con la riduzione del rischio sismico e alla riqualificazione energetica;

BONUS VERDE
Detrazione del 36% sino al 2024 per interventi sostenuti per la sistemazione di aree verdi scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, realizzazioni di pozzi impianti di irrigazione giardini pensili.